Capire e scegliere cosa fare nella vita sono due tra le attività più sfidanti e complesse a cui tutti, prima o poi, ci troviamo di fronte. La società cambia in fretta, spinta da cambiamenti economici, tecnologici e culturali. Noi, allo stesso modo, cambiamo e ci trasformiamo a seconda delle fasi del ciclo di vita. Come fare, dunque, per capire cosa fare nella vita? In questo articolo ho elencato alcune linee guida che io stesso ho utilizzato per darmi una direzione e fare chiarezza.

Perché non sappiamo cosa fare “da grandi”

Spesso ci troviamo a prendere decisioni importanti per il nostro futuro senza avere a disposizione un adeguato sostegno, una guida o un orientamento. Le cosiddette “agenzie di socializzazione” come scuola, chiesa e famiglia, su molti argomenti sono assenti o deficitarie e non riescono a fornirci gli strumenti utili per navigare in un mondo complesso. È normale, quindi, sentirsi persi o spaventati pensando al futuro.

Per capire cosa fare nella vita quindi serve uno sforzo in più. Ma soprattutto, servono perseveranza, pazienza e capacità di tollerare gli errori.

Riflettere su di sé in modo integrato

Per trovare la propria strada è essenziale dedicare del tempo all’auto-riflessione strategica. Vuol dire che dobbiamo pensare in termini complessi e multidimensionali. Ti faccio un esempio: in consulenza osservo spesso la tendenza a pensare per “compartimenti stagni”, la vita da una parte, il lavoro dall’altra. I desideri in una scatola, la fattibilità economica nell’altra. Invece quello che dobbiamo fare è proprio riuscire a integrare i due poli. Se da una parte è necessario focalizzarsi sui nostri bisogni di realizzazione, dall’altra dobbiamo considerare che a fine mese ci sono le bollette da pagare. Le possibili strade professionali sono tante, ma la realtà ce ne permette un numero limitato.

Da dove partire?

Come capire cosa vogliamo

Lo psicologo Abraham Maslow, in una citazione che amo ha detto: “Sapere cosa vogliamo non è la norma. È una conquista psicologica rara e difficile”.

Non si può essere più d’accordo, come ognuno di noi avrà sperimentato in momenti di confusione.

C’è bisogno quindi di alcune linee guida per fare ordine. Io ti consiglio di partire dai fattori dell’ikigai, che ti presento qui in un elenco rivisitato:

  • cose che ti interessano, ti motivano ti appassionano;
  • cose in cui hai sviluppato o stai sviluppando delle competenze;
  • lavori che esistono e che ti piacciono;
  • un miglioramento che vorresti vedere nel mondo.

Ogni lavoro che esiste serve per produrre beni o servizi utili a qualcuno che è disposto a pagare. Il postino ti consegna le lettere, il panettiere sforna il pane, lo psicologo ti ascolta e ti aiuta a riflettere e così via. A te cosa piace fare? Quali sono le attività in cui ti immergi senza accorgerti quasi del tempo che passa? Se avessi una bacchetta magica, cosa cambieresti della tua vita? Come passeresti il tuo tempo se sapessi che grazie a un’ingente eredità non devi più lavorare?

Individuare i propri interessi

Cosa attira le tue energie e motivazioni?

Questi sono alcuni esercizi pratici che puoi fare per capire meglio cosa ti piace:

  • Esplora nuovi hobby e attività: Prova nuove attività che potrebbero interessarti. Iscriviti a un corso, partecipa a workshop o semplicemente prova qualcosa di completamente nuovo. Lasciati guidare dalla curiosità e dalle cose che catturano la tua attenzione.
  • Ricorda ciò che ti faceva stare bene da bambino: Spesso, ciò che ci faceva felici da bambini o adolescenti può rivelarci le nostre vere passioni. Ricorda cosa amavi fare da bambino e chiediti se queste attività potrebbero ancora appassionarti oggi.
  • Chiedi ai tuoi amici e familiari: I tuoi amici e familiari possono avere una prospettiva diversa su di te e potrebbero essere in grado di indicarti le tue passioni e interessi che potresti non aver considerato.
  • Sperimenta diverse esperienze: Non aver paura di provare cose nuove e di metterti alla prova. Sperimenta diverse esperienze e osserva come ti fanno sentire. Chiediti se ti piacerebbe continuare a fare quelle attività in futuro.
  • Elenco dei valori: Fai un elenco dei valori che sono importanti per te. Chiediti quali valori guidano le tue decisioni e come puoi vivere in accordo con essi.
  • Identificazione dei punti di forza: Rifletti sui tuoi punti di forza e sulle abilità che possiedi. Chiediti come puoi utilizzare queste qualità per creare una vita che ti soddisfi.

Le passioni e gli interessi possono cambiare nel, quindi sii aperta/o ad esplorare nuove opportunità e a seguire ciò che ti appassiona in questo momento. Prenditi del tempo per riflettere su ciò che ti fa davvero attivare e su come puoi integrare queste passioni nella tua vita quotidiana.

Questionario per capire cosa fare nella vita

Valuta le competenze che servono per quel lavoro

Una volta individuate le tue passioni o interessi principali, dovrai capire se questi sono hobby o possono generare nuovi percorsi lavorativi. I nostri interessi tendono a cambiare nel corso del tempo, quindi è probabile che tra qualche anno vorrai cambiare lavoro. Non preoccuparti di identificare qualcosa che ti interesserà “per sempre”. Ragiona sulle competenze che servono per quel lavoro:

  • hai già le competenze necessarie?
  • in quanto tempo puoi acquisirle?
  • in quanti anni riuscirai a padroneggiarle?
  • Sei disposta/o a investire del tempo per raggiungere un livello professionale?

Leggi anche Tutto sul Coaching: Cos’è e a cosa serve

Valuta la fattibilità a livello economico

La parte più delicata di un piano di carriera è la valutazione della sua sostenibilità economica. A quali entrate mensili stai puntando? Vuoi lavorare come dipendente o come libero professionista? A quale regime fiscale andrai incontro? Quanto (e chi) farai pagare per le tue competenze? Quali costi devi sostenere per il tuo lavoro?

Imposta obiettivi concreti

Una volta individuate le tue passioni e definito un modello di business, è il momento di impostare obiettivi e creare una visione per il futuro. Gli obiettivi sono importanti perché ti danno una direzione chiara e ti motivano a compiere azioni concrete per avvicinarti alla vita che desideri. Puoi cominciare definendo in modo specifico i tuoi obiettivi e stabilendo piani d’azione dettagliati per raggiungerli. È anche utile impostare scadenze realistiche che ti daranno un senso di urgenza e ti aiuteranno a mantenere la concentrazione. Ricorda di prenderti del tempo regolarmente per rivedere i tuoi obiettivi e la tua visione, facendo eventuali modifiche necessarie per rimanere allineato con ciò che desideri. Creare una visione per il tuo futuro ti darà una bussola per guidarti verso la direzione che desideri, mentre gli obiettivi ti aiuteranno a mantenere il focus e a compiere passi concreti per avvicinarti alla tua visione.

Seguimi su Linkedin per post su lavoro e crescita personale

Ciò che conta veramente è che tu rimani focalizzato sui tuoi obiettivi e ti dedichi al tuo sviluppo personale. Implementa queste pratiche nel tuo quotidiano e vedrai che riuscirai a capire cosa fare nella tua vita.

Autore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *