Indicazioni pratiche e un modello di curriculum da scaricare gratis

Se sei alla ricerca di un lavoro, un curriculum vitae (CV) ben scritto è uno degli strumenti più importanti per aiutarti a raggiungere i tuoi obiettivi. Il curriculum è un modo per presentare le tue competenze all’azienda in cui stai cercando di entrare.

In questo articolo, Damiano Pistone, Psicologo del nostro Team ed HR in aziende multinazionali come DHL, ci spiega come creare il curriculum ideale.

Consigli per un ottimo curriculum

Creare un curriculum vitae può essere un processo scoraggiante, ma se segui alcuni semplici passaggi, sarai in grado di costruire un curriculum di successo che ti aiuterà a ottenere un colloquio.

In primo luogo, prenditi il tempo necessario per raccogliere tutte le informazioni di cui hai bisogno. Poi, sistemati in un posto tranquillo e inizia a scrivere senza distrazioni.

Una sfida importante quando si scrive un curriculum è la selezione delle informazioni. Anche se le nostre esperienze di vita e formative possono essere variegate, infatti, non possiamo riempire troppo il curriculum.

Gli addetti al recruiting e alla selezione del personale devono leggere ogni giorno molti CV, e questo li sottopone a un sovraccarico cognitivo. Se non vogliamo che il nostro curriculum venga scartato a priori, dunque, dobbiamo assicurarci di inserire le informazioni più rilevanti bene in vista ed essere sintetici e concisi, anche se questo potrebbe significare tralasciare alcune parti della propria storia personale.

Che struttura dare al curriculum

Oggi online è possibile reperire diversi modelli di curriculum, ma al di là dello stile specifico che si sceglie, esiste una struttura generale consigliata, fatta di informazioni indispensabili che elenchiamo nei prossimi paragrafi.

Quali dati personali inserire nel curriculum

Assicurati di includere nel curriculum i tuoi dati personali come nome, indirizzo, numero di telefono, e-mail, ecc. Questi dati sono semplicemente necessari in ogni CV.

Puoi inserire anche altri dati personali come luogo e data di nascita, contatto Skype o Zoom e link al sito web (in caso tu ne abbia uno); in linea di massima però questi dati sono secondari e puoi ritenerli facoltativi.

Leggi anche: Quali sono i lavori più richiesti

Sommario

Si tratta di una breve descrizione di 5-6 righe in cui racconti brevemente chi sei, quali competenze puoi offrire e cosa hai fatto fino ad oggi (ad esempio “contabile con esperienza decennale maturata in PMI e multinazionali” oppure “direttore vendite con esperienza decennale nell’industria automotive”, ecc). Inoltre, nel sommario del tuo curriculum dovresti parlare di cosa stai cercando (cosa voglio dal mio futuro professionale a breve-medio termine?).

Banale? Non proprio, se pensiamo che molte persone faticano già ad autodescriversi in poche righe. L’autoconsapevolezza, insomma, è un elemento indispensabile per un buon CV.

Esperienza Professionale

A meno che non si stia intraprendendo un radicale cambiamento di carriera, solitamente ci si candida per posizioni di cui si possiedono – anche parzialmente – i requisiti necessari. È altamente raccomandato l’utilizzo, in tutto il curriculum, di un ordine cronologico che vada dall’esperienza più recente a quella più lontana nel tempo.

Per ogni esperienza professionale bisogna indicare:

  • il nome dell’azienda/ente,
  • il ruolo ricoperto
  • le attività svolte (qui puoi usare un sintetico elenco puntato).

Inoltre, nel curriculum può essere utile anche fornire qualche evidenza dei propri successi (aumento del 5% del fatturato rispetto all’anno precedente nell’area del Piemonte/fatturato di 1.000.000 € nell’area del Piemonte), piuttosto che limitarsi a una mera lista di attività.

Formazione

Anche in questo caso è raccomandato l’utilizzo di un ordine cronologico che vada dal titolo di studio più recente a quello meno recente.

In questa sezione del curriculum è utile limitarsi ai titoli di studio principali (diploma, laurea, master, dottorati), mentre per i corsi di formazione è meglio prevedere una sezione a parte, che vedremo a breve.

Per ogni titolo di studio si dovrà indicare la scuola, l’università o l’ente di formazione, oltre che l’anno di conseguimento. Alcuni preferiscono indicare l’intero arco temporale (ad esempio 2017-2022), il consiglio è quello di utilizzare la configurazione che si ritiene possa essere più efficace in termini di valorizzazione del proprio profilo.

Certificazioni

All’interno di questa sezione è possibile inserire certificazioni, attestati e corsi di formazione che possono dare un valore aggiunto in termini di competenze professionali. È preferibile inserire gli attestati di lingua nell’apposita sezione.

Lingue

In questa sezione è sufficiente indicare le lingue conosciute e il relativo livello di padronanza. Nel caso non si possiedano attestati specifici, è preferibile limitarsi ad una classificazione più basica, come ad esempio scarso/scolastico – buono/fluente – eccellente/professionale.

Competenze Tecniche

In questa sezione vanno indicate tutte le cosiddette “hard skills” che possono essere rilevanti per la posizione, come ad esempio linguaggi di programmazione, conoscenza di software/hardware/gestionali, processi/metodologie (Lean Six Sigma, Kaizen), strumenti e procedure.

Soft Skills

Quest’ultima sezione può sembrare superflua rispetto alle altre, ma nel caso vi confrontiate con candidati molto simili a voi in termini di formazione, esperienza professionale e hard skills, può fare la differenza.

Le soft skills sono le competenze trasversali acquisite nel proprio percorso di vita, che possono essere utilizzate e pertanto trasferite in ogni campo professionale. Uno studio del 2015 ha elencato le competenze trasversali ritenute più utili da un eterogeneo campione di manager italiani. Tra queste emergono:

  • capacità di organizzazione del lavoro
  • gestione del tempo
  • visione strategica
  • velocità di pensiero
  • capacità di lavorare in team

Possedere le soft skills adeguate per un determinato ruolo all’interno di uno specifico contesto organizzativo può fare la differenza in fase di screening, anche se è chiaro che la presenza di queste andrà confermata nell’eventuale fase di colloquio successiva.

Curriculum esempio

Al link sottostante puoi scaricare un esempio di curriculum semplice, fornito dalla nota società di recruiting Adecco.

Scarica l’esempio di CV semplice

Facciamo il punto

Riassumendo, per scrivere un CV efficace, ci sono alcune regole fondamentali da seguire. Innanzitutto, il CV deve essere breve e conciso, evitando di andare troppo nel dettaglio o di includere informazioni inutili. Inoltre, è importante che il layout sia chiaro e facile da leggere, utilizzando un carattere leggibile e una struttura coerente per presentare le informazioni.

Inoltre, è importante che il CV si concentri sulle competenze e sui risultati ottenuti nel corso della tua carriera, evidenziando i tuoi punti di forza e le tue esperienze più rilevanti. Non dimenticare di verificare accuratamente l’ortografia e la grammatica del tuo CV, e di adattarlo al ruolo per cui ti candidi.

Un buon CV dovrebbe includere le seguenti informazioni:

  • Informazioni personali: nome, indirizzo, numero di telefono e indirizzo email.
  • Obiettivo professionale: una breve frase che descriva il tuo obiettivo lavorativo.
  • Esperienze lavorative: elenca le tue esperienze lavorative più recenti e rilevanti, incluso il nome dell’azienda, il ruolo ricoperto e le principali responsabilità.
  • Formazione: elenca la tua formazione scolastica e universitaria, inclusi i nomi degli istituti e i titoli ottenuti.
  • Competenze: elenca le tue competenze tecniche e trasversali, come la conoscenza di una lingua straniera o di un determinato software.
  • Interessi: elenca i tuoi interessi e hobby, se ritieni che possano essere pertinenti per il ruolo per cui ti stai candidando.

Creazione Curriculum

Se ti senti in dubbio o in difficoltà nella creazione di un curriculum in autonomia, puoi chiedere supporto a un consulente di carriera del nostro team. Ti aiutiamo non solo nella stesura del CV, ma anche nella sua elaborazione a livello grafico e nella definizione dei tuoi obiettivi di sviluppo professionale.

Contattaci tramite il modulo sottostante, ti rispondiamo entro un giorno.

Modulo di contatto

Autore

  • Damiano Pistone

    Sono uno psicologo e HR con esperienza in consulenza e all’interno di funzioni aziendali strutturate in contesti multinazionali, avendo operato sia in headquarter che in filiale. Come HR mi occupo di gestione del personale, analisi e sviluppo organizzativo, compensation & benefits, relazioni sindacali, ricerca e selezione. In passato mi sono occupato anche di budgeting e cost controlling. Come psicologo mi occupo di consulenze di carriera, supporto nella stesura del CV, coaching e supporto psicologico. Puoi contattarmi a questo indirizzo email: damiano.pst@gmail.com

Rispondi