Scopriamo sintomi e cause del workaholism e come aiutare un workaholic

Il workaholic è una persona ossessionata dal lavoro, che dedica la maggior parte del proprio tempo alle attività lavorative.

Il workaholism però non va confuso con una fisiologica dedizione al lavoro. Il workaholism è una tendenza ad essere ossessionati dal lavoro, al punto da trascurare profondamente altri aspetti della propria vita. I workaholic tendono a lavorare molte ore, a non prendere mai vacanze e a non avere una vita sociale o familiare equilibrata.

Il workaholism è un problema crescente in tutto il mondo e può avere gravi conseguenze sulla salute e sul benessere di chi ne soffre. Ecco perché è importante riconoscere i campanelli d’allarme e agire in modo tempestivo per limitarne gli effetti.

Il profilo del workaholic

Il workaholism è la dipendenza patologica dal lavoro, che può portare allo stress e all’esaurimento.

I workaholic sono disposti a sacrificare tutto il resto per il loro lavoro, mettendo in secondo piano relazioni, famiglia e altre attività. I workaholic sono di solito altamente competitivi e hanno un livello di ambizione elevato. Possono anche avere difficoltà a socializzare e a relazionarsi con gli altri, cosa che innesca un circolo vizioso in cui lavorano sempre di più per evadere dalla solitudine.

Queste persone sono spesso estremamente impegnate e possono avere difficoltà a gestire il proprio tempo in modo efficiente.

In molti casi, i workaholic sono anche perfezionisti e si aspettano sempre il massimo da se stessi e dagli altri. Le persone che soffrono di workaholism sono generalmente molto motivate e hanno un forte senso di responsabilità. Tuttavia, il focus ossessivo che nutrono verso il lavoro può avere un impatto negativo sulla loro vita personale e professionale.

I workaholic tendono ad avere difficoltà anche nella delega delle attività. Inoltre, possono avere problemi di relazione a causa della loro mancanza di disponibilità.

I workaholic sono generalmente intelligenti e creativi. La loro dedizione alla carriera può portarli però alla stanchezza e all’esaurimento. In molti casi, i workaholic hanno anche difficoltà a dormire bene e soffrono di problemi di salute fisica o psicologica.

Invia questo video a una persona stressata a cui tieni

Workaholism: la dipendenza da lavoro

La dipendenza da lavoro è una condizione in cui le persone sviluppano un forte bisogno di lavorare e di impegnarsi in attività lavorative, anche quando ciò non è necessario o non è salutare.

La dipendenza da lavoro può portare le persone a mettere il lavoro al centro della loro vita, a trascurare altri aspetti importanti della loro vita e a sviluppare comportamenti ossessivi e compulsivi riguardo al lavoro. Le persone con dipendenza da lavoro possono trovarsi a lavorare per lunghi periodi di tempo, avere difficoltà a prendere pause o a lasciare il lavoro quando è necessario, e possono anche ignorare segnali che indicano che il loro comportamento sta diventando pericoloso o dannoso.

-Leggi anche: Ciao Azienda, Io Me Ne Vado

I sintomi della dipendenza da lavoro

Riconoscere la dipendenza da lavoro può essere complicato, perché la nostra cultura tende a giudicare le persone dedite alla professione come fortemente motivate e degne di ammirazione.

I sintomi della dipendenza da lavoro possono includere:

  • costante pensiero al lavoro durante le attività quotidiane
  • lavorare per periodi prolungati senza riposo
  • negare l’importanza del riposo e del tempo libero
  • mancanza di socializzazione e isolamento dai familiari e dagli amici
  • sintomi di stress come irritabilità, ansia e depressione
  • difficoltà a concentrarsi su altre attività
  • cambiamenti nell’appetito e nei disturbi del sonno
  • infortuni dovuti alla stanchezza
  • uso di sostanze stimolanti per mantenere l’energia artificialmente alta.

Perché si diventa workaholic

Le cause del workaholism possono essere molteplici. Il workaholic diventa tale perché il lavoro ha avuto in qualche momento della sua vita una funzione positiva. Per molte persone, infatti, il lavoro è una fonte di riconoscimento e gratificazione, elementi indispensabili per mantenere una buona autostima. Tutto nasce però, spesso, già durante la scuola. Da bambini e adolescenti riceviamo premi e punizioni in base a quanto siamo stati diligenti e zelanti, quindi non è difficile capire come mai, in alcuni casi, studio e lavoro possano diventare una vera ossessione.
Spesso, inoltre, il lavoro è un modo per distrarsi da altri problemi, come ad esempio il ritrovarsi in una relazione che non dà soddisfazione, o in un momento della vita in cui ci si sente soli. Purtroppo, a volte questa dipendenza non fa altro che aggravare i problemi preesistenti nella vita del workaholic. Ecco perché è molto importante pensare a una chiacchierata con uno psicologo, che, anche attraverso l’uso di test specifici, può aiutare a capire se si tratta di dipendenza e cosa fare per stare meglio.

-Leggi anche: Stress e stress lavoro-correlato, quali rimedi?

Come guarire dalla dipendenza da lavoro


1. Identifica i segni della dipendenza da lavoro. Alcuni segni comuni includono l’essere sempre preoccupato/a per il lavoro, lavorare per molte ore ogni giorno, non prendere mai una vacanza e sentirsi in colpa quando si sta lontani dal lavoro.

2. Identifica la causa della tua dipendenza. La dipendenza da lavoro può essere causata da diversi fattori, come uno stress elevato sul lavoro, una mancanza di soddisfazione a livello professionale o una paura del fallimento. Identificare la causa esatta della tua dipendenza può aiutarti a trovare il modo di affrontarla.

3. Parla con il tuo datore di lavoro. Se la tua dipendenza da lavoro sta interferendo con il tuo lavoro, parla con il tuo datore di lavoro. Spiegagli la situazione e chiedi se c’è qualcosa che possono fare per aiutarti a gestire meglio il tuo tempo o il tuo stress sul lavoro.

4. Trova un altro lavoro. Se la tua dipendenza da lavoro è così grave che non riesci a gestirla, potresti dover cercare un altro lavoro. Trova un lavoro che ti dia meno stress e che sia meno logorante.

5. Fai delle attività che ti diano piacere. Trova delle attività che ti diano piacere e che ti aiutino a rilassarti. Questo può includere lo sport, la lettura, ascoltare musica, trascorrere tempo con gli amici o qualsiasi altra cosa che ti piaccia fare. Dedica del tempo ogni giorno a queste attività per aiutarti a gestire meglio il tuo tempo.

6. Chiedi aiuto. Se non riesci a gestire la tua dipendenza da lavoro da solo, parla con un professionista della salute mentale o con un consulente. Queste persone possono aiutarti a capire meglio la tua situazione e a trovare il modo di affrontarla.

Connettiamoci su LinkedIn

Come aiutare un workaholic

Offri loro il tuo aiuto e la tua comprensione. I workaholic sono spesso persone che lavorano a livelli ottimali quando hanno il sostegno di qualcuno. Mostragli che sei disposto ad aiutarli a raggiungere i loro obiettivi e a sostenerli nelle loro attività. Tieni presente che potrebbero non essere disposti a cambiare il proprio comportamento, quindi non imporre la tua opinione su di loro.

Scopri chi sono e come posso aiutarti.

Rispondi